Lo spettro dell’ideologia

C’è uno spettro che si aggira per l’Italia*,
un male incorporeo che ha danneggiato e danneggia il benessere collettivo forse più delle classi dirigenti fallimentari e della casta politica. E’ il fantasma del pregiudizio ideologico che trasforma quelli che potrebbero essere cittadini consapevoli in tifosi ottusi e autolesionisti al limite del masochismo.

Su un mio recente pezzo su Alitalia un commentatore asseriva che l’esito negativo della compagnia in mani private, nonostante le agevolazioni ricevute in partenza, dovrebbe essere di indicativo di una superiorità della gestione di stato alla quale tutto sommato è meglio ritornare. A parte l’incoerenza logica della posizione** è evidente che emerge un pregiudizio ideologico contrario al mercato, concepibile solo come sistema di clientele e salotti buoni che fa l’interesse dei soliti noti e ciecamente favorevole a uno stato la cui regia politica, che pure ha bruciato 4 miliardi in passato e ne mette sul piatto altri 75 milioni oggi riesce ad essere visto come il “meno peggio”.

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/apologia-di-socrate/lo-spettro-dell-ideologia#ixzz2j28iJFCV

Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/apologia-di-socrate/lo-spettro-dell-ideologia#ixzz2j281fTOk

Pubblicato su Apologia di socrate il 13 ottobre 2013

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Spunti di riflessione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...