Poche idee, ma confuse

Premessa

Dio ci salvi dalla censura, soprattutto in un paese come l’italia dove la libertà d’informazione è quella che è. Il Fatto quotidiano è l’unico giornale nel nostro paese  che non percepisce contributi e si regge solo sulle copie vendute ai propri lettori e sulla pubblicità. Con opera meritoria il giornale lascia ampia libertà ai suoi blogger tra i quali figurano olte al collettivo nfA, anche altre voci autorevoli come ad esempio lavoce.info

Aneddoto

Sul blog di Dino Amenduni in un post intitolato

Parlare di economia a tutti

esordisce in questo modo (grassetto nel testo originale)

In questi due mesi ho imparato i rudimenti dell’economia e il vocabolario della finanza.

e poi più in basso afferma(grassetto nel testo originale)

La famiglia Italia. L’Italia è una ricca famiglia. Guadagna 100, ha una bella casa in centro, una villa in campagna e una in montagna. Ha un debito di centomila verso amici italiani e stranieri. Gli amici si vogliono fidare di lei e non vogliono battere cassa cercando di rivalersi sulle sue proprietà. Ma c’è un problema: la famiglia Italia, pur avendo 100 e un debito molto grande, decide di spendere 120 (il rapporto deficit/Pil) invece di spendere 98. A quel punto gli amici hanno paura di perdere i soldi e chiedono spiegazioni. Sono le famose lettere della Bce (che non sono mai state rese pubbliche).

Non credo sia il caso di commentare.

Domande Aperte e spunti di riflessione

La libertà, sacrosanta per le opinioni, non andrebbe limitata quando si scontra con dell’esigenza di informare correttamente su dati numerici e fatti oggettivi?

Il carattere  fluido e per definizione “non controllato” del blog deve spingersi al punto di distorcere l’informazione?

Certo, non si può pretendere di applicare a dei blog, che per definizione sono opinioni in libertà, lo stesso rigore che si richiede a una testata giornalistica, ma trattandosi della pagina web di un quotidiano è troppo chiedere una verifica preventiva almeno sugli svarioni più macroscopici?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Spunti di riflessione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...