http://it.blastingnews.com/economia/2017

http://it.blastingnews.com/economia/2017/02/carige-in-preparazione-il-piano-da-sottoporre-alla-bce-001474098.html

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Una modesta proposta: dare un vitalizio ai tassisti

La protesta dei tassisti, in particolare il fatto che avendo messo a ferro e fuoco la Capitale abbiano ottenuto l’immediata solidarietà del sindaco 5 Stelle Virginia Raggi, un tavolo di trattativa accondiscendente dal governo e, in generale una certa comprensione da parte degli italiani, ci offre un’importante lezione su come funziona il nostro Paese e su quali potrebbero essere le scelte opportune di politica economica.

Una ‘modesta proposta’ per affrontare la questione del trasporto pubblico urbano, in modo definitivo, potrebbe dunque essere la garanzia di un vitalizio ai tassisti delle principali città italiane, magari con l’accortezza di un trattamento di maggior favore per i soggetti più violenti.

continua su Fattoquotidiano.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

Pubblicato in Ironia, Spunti di riflessione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Starbucks altro che umiliazione

L’imminente apertura di Starbucks a Milano ha suscitato accese discussioni, con conseguente presa di posizione da parte di Aldo Cazzullo sul “Corriere della Sera”: secondo il giornalista, l’approdo della catena internazionale nel capoluogo lombardo costituirebbe un’umiliazione per gli italiani.

(…)

Il fatto che il primo quotidiano del paese riesca a produrre una visione tanto anacronistica e incapace di comprendere le tendenze del mondo contemporaneo è un forte segnale di inadeguatezza delle élite culturali del nostro paese, che vive ancora nel ricordo dei tempi andati in cui, con il fascino italiano, si poteva conquistare il mondo anche con una “tazzulella e cafè”

Leggi il post completo su Blastingnews.it

 

Pubblicato in Spunti di riflessione | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Ancora sulla pubblicazione MPS

In un recente articolo sul Sole 24 oreLuigi Zingales è tornato sul tema della pubblicazione dei nome dei principali debitori insolventi di Monte dei Paschi di Siena descrivendo, a titolo illustrativo, un esercizio da lui compiuto sui 30 maggior debitori di Banca Popolare di Vicenza.

Su questo blog avevo avanzato delle perplessità su questo tema argomentando che non è basandosi sul nome dei soggetti affidati che si può valutare la politica di erogazione e più in generale indagare le cause di dissesto dell’istituto, ma che occorrerebbe portare avanti delle analisi più articolate. Di seguito vorrei esporre brevemente perché l’esercizio proposto non mi convince appieno e perché rimango scettico sulla pubblicazione dei nominativi dei debitori.

Continua su Fattoquotidiano.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

Pubblicato in Banche, Spunti di riflessione | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Oxfam strumentalizza ancora la disuguaglianza

Come ogni anno, in occasione dell’incontro invernale World Economic Forum, arriva anche il claim di Oxfam sulla disuguaglianza. Quest’anno, la ong, puntualmente ripresa in modo acritico dalla stampa più superficiale, ci informa che nel 2016 le otto persone più ricche possedevano la stessa ricchezza dei 3,6 miliardi più poveri del pianeta.

Tralasciando per un attimo i rilievi (anche significativi) di carattere metodologico sul modo in cui la misurazione è costruita, proviamo a concentrarci sulla disuguaglianza e sul senso di indignazione che si cerca di innescare per valutare se e quanto sia giustificato.

Dritti al punto: è un male che poche persone possiedano gran parte della ricchezza del pianeta? Molto difficile e tutt’altro che oggettivo formulare una risposta. Proviamo ad essere più specifici: è rilevante come quella ricchezza è stata conseguita e il modo con il quale si riflette sul benessere del resto della popolazione? In altre parole, c’è differenza se la concentrazione della ricchezza è determinata dalla libera interazione degli individui (mercato) oppure dalla coercizione ai danni della popolazione?

Continua su Fattoquotidiano.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

Pubblicato in Spunti di riflessione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

A che serve la lista dei debitori insolventi?

Adesso che l’entità della problema Monte Dei Paschi comincia a diventare più chiaro, si fanno sentire le grida indignate di chi vorrebbe individuare e punire i responsabili. In particolare, un utile capro espiatorio potrebbe essere costituito dai primi 100 debitori in sofferenza che “sicuramente” costituiscono dei perfidi approfittatori a cui chiedere conto del dissesto dell’istituto e avrebbero la conveniente caratteristica di essere relativamente pochi, facilmente individuabili e, verosimilmente, diversi da noi e dai politici per i quali simpatizziamo.

Fermiamoci un istante e proviamo ad accendere il cervello: è più importante sapere chi i soldi li ha ricevuti oppure identificare chi ha preso le decisioni di erogare i finanziamenti?

Continua su Fattoquotidiano.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

Pubblicato in Banche, NPL, Spunti di riflessione | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Aridaglie col modello superfisso per il lavoro

Il giurista Piergiovanni Alleva propone di ridurre l’orario di lavoro, per aumentare l’occupazione. Si tratta di una riedizione dello slogan storico che recitava “lavorare meno, lavorare tutti”.

Si tratta tuttavia di un’idea che la teoria economica prevalente ritiene infondata, al punto da aver codificato la “Lump of labour fallacy” ovvero fallacia della quantità fissa di #Lavoro.

Quando l’aritmetica non funziona

Il ragionamento puramente aritmetico risulta semplice e intuitivo: se tutti i lavoratori riducono il numero di ore lavorate, a parità di totale complessivo di ore da lavorare, si liberano degli spazi per consentire ad altri lavoratori di inserirsi.

Mutatis mutandis è la stessa logica fallace dell’ anticipo pensionistico in base alla quale potrebbe esistere una sorta di staffetta intergenerazionale: se alcuni lavoratori vanno in pensione, si liberano spazi per assumere giovani

L’errore logico principale di questi schemi è stato ribattezzato “modello superfisso” dall’Economista Sandro Brusco della Stony Brooks University di New York, e risiede appunto nella credenza che i processi produttivi, i bisogni degli individui e molte altre grandezze economiche non si modifichino nel tempo e non rispondano alle variazioni nel contesto in cui sono inserite.

Continua su BalstingNews.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

Pubblicato in Spunti di riflessione | Lascia un commento

Grillo e il dito medio di Galileo

E’ semplicemente fantastica la proposta di Beppe Grillo su una giuria popolare per smascherare le bufale.

Ve la ricordate l’inchiesta di Buzzfeed sulle Fake news? Rileggiamone velocemente le conclusioni:

Un’inchiesta di BuzzFeed News ha trovato che i leader del partito Italiano anti-establishment, il Movimento Cinque Stelle (M5S), hanno costruito una diffusa rete di siti e di account social media che stanno diffondendo notizie false, teorie cospiratorie, e propaganda pro-Cremlino a milioni di persone.

Insomma, uno che ha costruito una parte significativa del suo successo (politico, mediatico, ma anche economico) sulla diffusione di notizie false di fronte alla prospettiva di una qualche forma di controllo sulle affermazioni false nei media che fa? Dice “non mi fido delle autorità, lasciamo che sia il popolo a stabilire che cosa è vero.”

Continua su Statigenerali.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

Pubblicato in Ironia, Spunti di riflessione | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Ora che “abbiamo una banca” che cosa ce ne facciamo?

Qualcuno una volta disse “abbiamo una banca!” e la cosa non ha esattamente portato fortuna.

Oggi, con riferimento al Monte dei Paschi, possiamo dirlo tutti visto che il Tesoro dovrebbe arrivare a controllare il 70% del capitale con un impegno che potrebbe aggirarsi intorno ai 6,6 miliardi (a cui vanno aggiunti altri 2,2 da conversione di obbligazioni subordinate detenute da investitori istituzionali). Si tratta di cifre indicative, basate su un aumento complessivo da 8,8 miliardi, calcolati applicando criteri analoghi a quelli impiegati per le banche greche e più severi rispetto a quelli utilizzati per il calcolo della shortfall negli stress test di luglio oltre che, ovviamente, ai 5 miliardi dell’aumento “di mercato” recentemente fallito.

Continua su Fattoquotidiano.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

 

Pubblicato in Banche, Spunti di riflessione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

BCE quasi 9 miliardi per ricapitalizzare MPS

Secondo la #bce lo shortfall (il “buco” da colmare) per #Montepaschi dovrebbe essere di 8,8 miliardi. L’aumento, rispetto al valore di 7 miliardi emerso negli stress test di luglio e ai 5 miliardi dell’aumento di mercato che recentemente non è andato a buon fine.

Il motivo della revisione al rialzo dovrebbe risiedere nel carattere, appunto “precauzionale”, della ricapitalizzazione a carico dello stato e dunque portare alla costituzione di congrui margini patrimoniali capaci di resistere anche al verificarsi degli scenari più avversi. Dunque seguendo l’esempio di quanto applicato al caso delle banche greche il livello di capitale da ripristinare dovrebbe essere pari all’8% rispetto al 5,5% dal quale derivava la shortfall degli ultimi stress test.

Continua su Blastingnews.it

@massimofamularo

Linkedin

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Join the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market

Pubblicato in Banche, NPL | Contrassegnato , , | Lascia un commento