Post in evidenza

Il MES e (è?) la scialuppa del Titanic

Tra propaganda politica, distorsione ideologica e terminologia tecnica troppo complicata farsi un’idea delle discussioni sul MES é un’impresa ardua per chiunque non disponga di a) una certa preparazione in economia e finanza b) fonti di informazioni veritiere e obiettive.

Posto che entrambe le cose scarseggiano in questo paese di seguito provo a spiegare la questione in modo semplificato, con qualche similitudine neanche troppo ardita, segnalando al termine una serie letture e video di approfondimento per chi volesse maggiori dettagli.

Il MES é come un assicurazione che include soccorso stradale a un costo agevolato rispetto a quanto paghereste chiamando da soli il carro attrezzi e cure mediche specialistiche prestate in strutture dedicate di alto livello separate dal servizio sanitario nazionale. Insomma parliamo di qualcosa di cui hai bisogno solo in casi estremi e che ti auguri di non dover mai utilizzare.

Notate bene che la discussione NON è sul fare o meno l’assicurazione (magari girate poco in auto e non la ritenete conveniente), perché la copertura ce l’abbiamo già. Materia del contendere è: posto che veniamo coinvolti in una serie di incidenti e che le condizioni della nostra auto insieme al nostro stato di salute peggiorano ci si domanda se sia il caso di attivare la polizza o di continuare costose riparazioni “fai da te” e cure mediche limitate a un consulto con amici, parenti e pseudoesperti.

Perché sovranisti e populisti sono contrari al MES ?

Continuando nella nostra similitudine i motivi sono essenzialmente 3:

  1. Ricorrere all’assicurazione implica l’obbligo di ricorrere a officine convenzionate, che peraltro costano meno e a medici specializzati, anch’essi convenzionati con la compagnia di assicurazione – i campioni dell’Italia sovrana rifiutano questi obblighi e vogliono la libertà di pagare di più il meccanico amico dell’amico o di farsi curare con le bacche di goji da omeopati televisivi e sciamani biodinamici
  2. Il soccorso stradale convenzionato, offre tariffe convenienti per recupero dell’auto e riparazioni, ma bisogna comunque pagarlo – i nostri eroi preferiscono pensare da soli a riparazioni e cure mediche, magari ricorrendo al consiglio spassionato del vicino di casa che in gioventù ha fatto il meccanico o ha studiato medicina e che, per assisterci ci fa pagare più di quanto costerebbero i professionisti dell’assicurazione
  3. Dulcis in fundo i nostri eroi sostengono che, se più o meno l’auto si muove e noi ci reggiamo in piedi, per il momento non abbiamo bisogno di meccanici, né di medici

Una persona normale che legge queste cose dovrebbe pensare che é da idioti opporsi a qualcosa che può salvarti la vita e soccorrerti in un momento di difficoltà. Inoltre, un individuo normodotato che non sia in malafede si rende conto che se ci ostiniamo a rifiutare riparazioni e cure mediche, oltre a spendere di più andrà a finire che dovremo cambiare l’auto e che potremmo rischiare la vita.

Se ora state pensando che tutte le polemiche sul MES sono inutili e pretestuose avete colto perfettamente il punto.

Il nostro paese è andato a sbattere in modo costoso, con l’aumento dello spread, poco prima che Giuseppe Conte si mettesse alla guida per il solo effetto delle pericolose idee NoEuro dei leghisti e delle farneticazioni anti-establishment del movimento 5 stelle. Finora ad oggi ci siamo arrangiati da soli, spendendo di più (come dimenticare il generoso arbitraggio regalato ai risparmiatori privati più esperti col BTP Italia?), e lasciando che lo stato di salute del nostro paese peggiorasse.

C’è stato poi un incidente grave, la pandemia da Covid19, del quale non abbiamo colpa, ma che ci colpiti in un momento di particolare debolezza e ancora abbiamo rifiutato il soccorso stradale e le cure mediche lasciando che la salute del paese si deteriorasse ulteriormente come testimoniato tra le altre cose dall’ultimo downgrade dell’agenzia Fitch Ratings

Per ripilogare:

Tutta la polemica sul MES è sterile e controproducente, quel che rileva è il deterioramento della nostra economia e la gestione inadeguata di chi si trova la governo.

Per fare giustizia delle varie amenità che si leggono in giro poche veloci battute.

E’ vero che il MES non ci serve?

E’ tanto vero quanto il fatto non servivano 20 scialuppe aggiuntive sul Titanic prima dello scontro con l’iceberg: le 20 disponibili erano sufficienti per salvare solo 1178 passeggeri a fronte delle 2223 persone imbarcate e, a causa del panico ne furono effettivamente messe in salvo solo 705.

Anche il casco, le cinture di sicurezza e le assicurazioni dimostrano la loro utilità solo quando si verifica un incidente: tuttavia chiunque abbia un minimo di raziocinio si rende conto che è necessario predisporre i presidi di sicurezza prima che il disastro avvenga.

L’atteggiamento irresponsabile del governo in carica e l’informazione distorta dei media che lo supportano trasmette una falsa illusione di sicurezza (si guardi alla NADEF delle meraviglie che ipotizza una crescita mai vista, con finanza pubblica in ordine e redistribuzione sociale) sullo stato di salute del nostro paese: la situazione era grave prima della crisi sanitaria ed è peggiorata a causa dello shock inatteso. Per il momento beneficiamo di una tregua temporanea dovuta alle circostanze eccezionali, ma già a partire dal prossimo anno dovremo fare i conti con i problemi strutturali accumulati nel corso dei decenni.

Il MES, che già ora potremmo usare senza condizioni limitatamente alle spese sanitarie a costo inferiore a quello che paghiamo sul debito di pari scadenza, potrebbe venirci in soccorso nel momento in cui il nostro paese dovesse incontrare difficoltà a collocare i propri titoli sul mercato e questa circostanza diventa più vicina e probabile man mano che lo stato dell’economia peggiore e che il governo del paese rimane inadeguato.

E’ vero che ormai non conviene più ?

No, l’ultizzo del MES costa meno di quanto costa pagheremmo su titoli di analoga scadenza. Posto che stiamo attraversando una momento eccezionale e verosimilmente temporaneo, in cui l’accesso al mercato è particolarmente vantaggioso, si può dire che il risparmio in questo periodo sarebbe minore rispetto a qualche mese fa. Ma si tratta di un beneficio ancora esistente e negarlo è una forma grave di disinformazione.

Perchè tutto questo rumore mediatico?

Perché populisti e sovranisti non scelgono la strategia in base a cosa è razionale o cosa è conveniente per i cittadini (le loro prese di posizioni ideologiche, tra l’altro hanno un costo evidente in termini di maggior spesa per interessi sul debito), ma operando come una setta religiosa considerano come priorità tenere in vita una narrazione e cercare per quanto possibile di non smentire i dogmi su cui si fonda (salvo rimangiarseli quando gli fa comodo come per le alleanze, il divieto di ricandidarsi etc).

Quello che è bene che sappia il pubblico è che l’economia del nostro paese versa in condizioni gravi e che la prospettiva di un default sul debito, quando dovessero venire meno le circostanze straordinarie che oggi ci favoriscono, è una prospettiva sempre più realistica: si tratta di un elemento da tener presente a fronte delle sempre più frequenti sollecitazioni al risparmio privato fatte dal governo e dagli intermediari finanziari “di sistema”.

Riferimenti per approfondire:

Spazio Aperto – MES, con Costantino e Giampaolo Galli

Il MES: cos’è e come potrebbe essere utilizzato nell’attuale emergenza

Q&A sul MES

Il senso del M5S per il MES

Dal MES alla NADEF: il libro dei sogni quest’anno ha preso gli steroidi

Cos’ il MES? Cosa sono gli Eurobond? E Le condizioni?

Il MES ha generato la Grecia o la Grecia ha generato il MES?

MES si o MES no? Cosa (non) dicono certi politici N0 – MES

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Se vi piacciono questi contenuti potete  offrirmi un caffè cliccando sulla tazzina con il cuore in basso

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

oppure abbonarvi al  mio Account Patreon (da 2€ al mese).

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

Potete seguirmi via

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato

2020-10-23 Italian Banks and NPL Market – English Update

Banco BPM will merge with Credit Agricole to create the second largest banking group in the country. After a series of rumors circulated by the messenger, the news has been confirmed by Corriere della Sera according to which the negotiations would be so advanced that it has also identified the governance of the new group in which Giuseppe Castagna would become CEO and Giampiero Maioli president.

Article in Italian

J-Invest successfully completed a securitization of an NPL portfolio with a total gross value of €89 million. Founded in 2008, J-Invest’s objective is to achieve high returns mainly through the acquisition without recourse and the management of NPLs admitted to bankruptcy proceedings.

Article in Italian

Illimity Bank S.p.A. announced in a press release the finalisation of the purchase of a portfolio of Non Performing receivables from Unicredit. The gross book value (GBV) of the transaction is approximately Euro 692 million and the type of receivables involved includes only corporate counterparties, guaranteed by real estate.

Article in Italian

Intrum has released preliminary results for the third quarter should be substantially above the consensus of analysts, as published on the company’s website. The adjusted preliminary EBIT for the third quarter is SEK 1,687 million, which corresponds to an increase of 25% compared to the second quarter.

Article in Italian

The deadline for suspending the activities of the Collection Agents expired on October 15, but the demands of taxpayers severely affected by the serious economic and liquidity crisis dictated by Covid 19 seem to have been heard by the Government that with the new decree issued on October 18 late in the evening gave back a breath of fresh air, extending again the period of ‘fiscal peace’. The resumption of the activity of the collection agents is now set, unless further extensions due to the resumption of the current pandemic, to January 1, 2021.

Article In Italian

Last Week Update

If you like my updates you can

Are you interested in Italian banks and NPL/UTP market? Ask for a briefing  (in person or via conference call) by sending me a private message. I am also available for consulting projects on Distressed Assets pricing and Portfolio Management.

Link to my updated business profile

You can also support my blogging activity with a small donation

Follow me on:

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

2020-10-23 Credit Village News Update

Banco BPM procederà ad una fusione con Credit Agricole dando vita al secondo gruppo bancario del paese. Dopo una serie di indiscrezioni fatte circolare dal messaggero, la notizia è stata confermata dal Corriere della Sera secondo il quale le trattative sarebbero in fase così avanzata da aver individuato anche la governance del nuovo gruppo nel quale Giuseppe Castagna diventerebbe amministratore delegato e Giampiero Maioli presidente.

Leggi l’articolo


J-Invest 
ha completato con successo un’operazione di cartolarizzazione di un portafoglio NPL del valore lordo complessivo di 89 milioni di euro. Fondata nel 2008, J-Invest ha come obiettivo la realizzazione di elevati rendimenti principalmente attraverso l’acquisto pro soluto e la gestione di NPL ammessi al passivo di procedure concorsuali.

Leggi l’articolo

Illimity Bank S.p.A. ha reso noto a mezzo comunicato stampa la finalizzazione dell’acquisto di un portafoglio di crediti Non Performing da Unicredit. Il valore contabile lordo (GBV) dell’operazione è pari a circa 692 milioni di euro e la tipologia dei crediti interessati include esclusivamente controparti di tipo corporate, garantiti da beni immobili.

Leggi l’articolo

Intrum ha resono noto che i risultati preliminari del terzo trimestre dovrebbero essere sostanzialmente al di sopra del consenso degli analisti, come pubblicato sul sito web della società. L’EBIT preliminare rettificato per il terzo trimestre è pari a 1.687 milioni di corone svedesi, corrispondente ad un aumento del 25% rispetto al secondo trimestre.

Leggi l’articolo

Il termine di sospensione dell’attività degli Agenti di riscossione è scaduto il 15 ottobre scorso, ma le richieste dei contribuenti duramente colpiti dalla grave crisi economica e di liquidità dettata dal Covid 19 paiono essere state ascoltate dal Governo che con il nuovo decreto emanato in data 18 ottobre in tarda serata ha ridato una boccata di ossigeno, prorogando nuovamente il periodo di ‘pace fiscale’. La ripresa dell’attività degli agenti della riscossione è ora fissata, salvo ulteriori proroghe determinate dalla ripresa della pandemia in atto, al 1 gennaio 2021.

Leggi l’articolo

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Puoi supportare la mia attività di blogger

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

Potete seguirmi via

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato

Il coraggio del Governo e la paura del Mercato

La crisi economica causata dalla pandemia in corso avrà effetti molto diversi sui diversi paesi per intensità e durata e contribuirà ad accelerare alcune tendenze al cambiamento (crescita delle transazioni digitali, lavoro a distanza, etc) già in atto prima dell’emergenza sanitaria.

governi nazionali, per affrontare questo contesto problematico e, in particolare, le conseguenze per il tessuto sociale (trasformazione dei processi, riconversione dei lavoratori), dovranno dimostrare doti non comuni in termini di Coraggio,Capacità di Adattamento e Lungimiranza.

In particolare, è auspicabile che si cerchi di resistere alla tentazione di rispondere alla crescente domanda di protezione da parte di cittadini e imprese con interventi eccessivi, che vadano al di là delle necessità contingenti e che finirebbero per ostacolare la transizione necessaria per consentire al sistema di tornare a crescere.

Continua a Leggere sul Blog – Econopoly 24 del Sole 24 Ore

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Puoi supportare la mia attività di blogger

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato

Video Recap del 21 Ottobre 2020

Tra propaganda politicadistorsione ideologica e terminologia tecnica troppo complicata farsi un’idea delle discussioni sul MES é un’impresa ardua per chiunque non disponga di a) una certa preparazione in economia e finanza b) fonti di informazioni veritiere e obiettive.

Posto che entrambe le cose scarseggiano in questo paese in questo video provo a spiegare la questione in modo semplificato, con qualche similitudine neanche troppo ardita, segnalando al termine una serie letture e video di approfondimento per chi volesse maggiori dettagli.

Le circostanze eccezionali nelle quali ci troviamo in questi giorni a causa dell’emergenza sanitaria possono influenzare in modo significativo le nostre scelte di risparmio e indurci a prendere decisioni avventate o a tenere comportamenti irrazionali e controproducenti.

In particolare, osservando l’andamento dei mercati finanziari nel corso di quest’anno, con il calo profondo e repentino che si è verificato nei giorni in cui la pandemia si è diffusa maggiormente in Europa e negli Stati Uniti e il recupero successivo in molti potrebbero essere tentati dalla prospettiva di stare alla larga da investimenti azionari in attesa di una prossima possibile correzione dei mercati oppure in generale di accumulare liquidità sui conti correnti per far fronte alle incertezze di questo periodo.

In un intervista rilasciata al quotidiano tedesco Handelsblatt, Andrea Enria, presidente del consiglio di sorveglianza della BCE ha dichiarato che, a fronte di una ipotetica nuova ondata di contagio, con conseguenti misure di contenimento, i crediti in sofferenza potrebbero arrivare a 1300 miliardi, un livello superiore a quanto registrato durante l’ultima crisi finanziaria.

Credit Village News Update

Video tratto dalla rubrica Banca & Impresa sul canale Youtube Liberi oltre le Illusioni

Video integrale della Tavola Rotonda su organizzata da Ascofind dal titolo EDUCAZIONE FINANZIARIA, LA REALTA’ ITALIANA E LE PROSPETTIVE tenutasi durante il 10° Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria

Con la risalita dei contagi la discussione pubblica si divide tra quelli cheun altro Lockdown non ce lo possiamo permettere” e quelli che “la salute viene prima di tutto” in una contrapposizione costruita sul presupposto errato che si debba scegliere necessariamente tra mettere a repentaglio la salute dei cittadini e uccidere definitivamente il tessuto del paese che si presentava già fragile all’arrivo della Pandemia.

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Se vi piacciono questi contenuti potete  offrirmi un caffè cliccando sulla tazzina con il cuore in basso

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

oppure abbonarvi al  mio Account Patreon (da 2€ al mese).

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

Potete seguirmi via

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato

Alexei Navalny: Racconto di un sopravvissuto

Sull’ Economist di questa settimana è presente una interessante intervista ad Alexei Navalny. Ne propongo un riassunto per i lettori di questo blog,

Link all’intervista originale in lingua inglese

Chi è Alexei Navalny

Alexei Navalny , leader dell’opposizione russa al regime di Putin, è un politico, giurista e attivista per la lotta alla corruzione che è stato descritto dal Wall Street Journal come “l’uomo che Vladimir Putin teme di più”. Ha assunto un ruolo di primo piano a livello internazionale organizzando manifestazioni, e candidandosi alle elezioni, per sostenere le riforme contro la corruzione in Russia, il presidente russo Vladimir Putin e il suo governo.

Navalny è stato arrestato più volte dalle autorità russe, ha ricevuto due condanne poi sospese per appropriazione indebita e, in entrambi i casi, si è trattato di accuste pretestuose volte a impedirgli di candidarsi alle future elezioni. Secondo le sentenze della Corte europea dei diritti umani le autorità russe hanno violato il diritto di Navalny a un processo equo. Nel 2013, il Memorial Human Rights Center, con sede in Russia, gli ha riconosciuto lo status come prigioniero politico.

Nel dicembre 2016, Navalny ha avviato una campagna elettore per candidarsi alla presidenza della Russia durante le successive elezioni del 2018, ma nel dicembre 2017 è stato escluso dalla Commissione elettorale centrale russa a causa della sua precedente condanna penale. Lui e i suoi sostenitori sono stati detenuti e arrestati molte volte e sono stati vittime di numerosi attacchi durante la campagna elettorale.

Il 20 agosto 2020 Navalny è stato ricoverato in ospedale in condizioni gravi, ma stabili dopo un avvelenamento da Novichok durante un volo da Tomsk a Mosca nel presumibile tentativo di fermare la sua attività politica. Il 22 agosto è stato trasportato a Berlino con un volo di evacuazione medica. Il 22 settembre è stato dimesso.

L’intervista a The Economist

Il carismatico leader dell’opposizione russa ha aperto la conversazione con una riflessione filosofica, maturata di recente durante la visione delle riprese satellitari di droni militari che colpiscono obiettivi nel conflitto tra Azerbaigian e Armenia:

“Aspetta un attimo, questo puntino nero è una persona che probabilmente ha appena perso le gambe e che ora sta fissando il cielo… È un bene per un politico guardare in faccia la morte

Lui lo ha fatto di sicuro ed è ancora in pericolo come testimoniato dalla polizia che sorveglia la casa di Berlino dove trascorre la convalescenza. Nessuna remora nel menzionare apertamente l’uomo che ha ordinato il suo avvelenamento, il presidente russo Vladimir Putin.

Il primo indizio è l’arma del delitto. La tossina è stata identificata dalla Germania come una nuova versione di Novichok, una classe di agenti nervini di grado militare. “Non c’è mercato nero per Novichok”, spiega Navalny. “E il fatto che si tratti di una nuova varietà significa che la Russia ha un programma attivo nelle armi chimiche proibite, a cui possono accedere solo servizi speciali con l’approvazione di Putin”.

Il rifiuto del Cremlino di indagare sull’avvelenamento, e la sua volontà di rompere i rapporti con la Germania e l’Ue per coprirlo, sono una ulteriore conferma del coinvolgimento di Putin, sostiene. Così come l’assurda spiegazione fornita durante una conversazione con il presidente francese Emmanuel Macron, in base alla quale Navalny si sarebbe avvelenato da solo per screditare il Cremlino.

Segue un paragone cinematografico sul significato del suo avvelenamente per il regime russo:

“come quel momento in ‘Alien‘, quando un guscio d’uovo si rompe e spunta fuori un mostro… non ci sono più linee rosse”,

“Putin si diverte chiaramente in questa idea della sua mistica e dei suoi poteri mortali”.

Anche il movente dell’attentato è abbastanza chiaro: Navalny si è avventurato fuori da Mosca e nelle regioni, il baluardo del potere del regime, era in Siberia, a mobilitare gli elettori contro il partito di Putin al governo la Russia Unita, quando è stato avvelenato. Avendo perso da tempo l’appoggio della classe media di Mosca e San Pietroburgo, il Cremlino ha tollerato l’attivismo del signor Navalny in quelle città. Spostandosi nel cuore del paese si è trasformato in un pericolo.

“Il regime è tenuto insieme dalla percezione del suo solido sostegno tra la gente del “sale della terra” nelle regioni. Il nostro compito principale era quello di distruggere quel mito”,

Per farlo, ha costruito una vasta rete regionale e ha organizzato il “voto intelligente” la strategia di indirizzare coloro che sono stufi del regime verso il partito alternativo meglio posizionato per consolidare i voti di protesta e privare la Russia Unita della sua maggioranza.

“Qualunque sia il controllo del Cremlino sui tribunali e sui servizi di sicurezza, il suo partito è lo strumento più basilare del suo potere”,

Negli ultimi due anni il Cremlino ha tentato, ma non è riuscito a sradicare la rete del signor Navalny con mezzi convenzionali, tra cui le molestie, l’arresto di attivisti con accuse inventate e il congelamento dei conti bancari. Ma quando le proteste di massa sono scoppiate quasi contemporaneamente nell’estrema Khabarovsk orientale e in Bielorussia sul fianco occidentale dell’ex impero sovietico, la percezione della minaccia tra gli uomini della sicurezza di Putin è cambiata – e così anche la loro tattica.

“Probabilmente non avevano il coraggio di dire a Putin che la protesta a Khabarovsk era il risultato di un ampio malcontento scatenato dall’arresto di un governatore popolare.

Ma potevano e probabilmente gli hanno detto che questo faceva parte di un piano occidentale che operava attraverso il signor Navalny, e che avrebbe avuto altre conseguenze.

Quindi il permesso per “misure speciali” è stato richiesto e concesso

Eppure, se speravano di neutralizzare il loro peggior nemico, hanno ottenuto l’effetto contrario.

Ha guadagnato la superiorità morale e la simpatia di coloro che prima non lo sostenevano. La visita in ospedale di Angela Merkel, il cancelliere tedesco, ha dato un grande impulso alla sua posizione internazionale.

Il Cremlino sta cercando in tutti i modi di impedirgli di tornare , in particolare, sostenendo che abbia legami con la CIA e minacciando accuse di tradimento. Ma Navalny è determinato a tornare in Russia, contestando la legittimità di Putin.

“Per quanto possano convincersi di possedere un potere assoluto e un controllo totale, dovranno prendere atto che c’è un movimento storico che avanza contro di loro

Dovremmo tutti tenere bene a mente queste parole quando osserviamo l’attegiamento dell’occidente e in particolare di alcuni politici italiani nei confronti del regime russo.

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Se vi piacciono questi contenuti potete  offrirmi un caffè cliccando sulla tazzina con il cuore in basso

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

oppure abbonarvi al  mio Account Patreon (da 2€ al mese).

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

Potete seguirmi via

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato

Podcast Recap del 20 Ottobre 2020

Da questa settimana potete seguire anche Credit Village Radio un podcast di aggiornamento e approfondimento sul mondo del credito (bonis e deteriorato), del Real Estate e del Fintech a cura della redazione della Rivista (col mio coordinamento editoriale).

https://www.spreaker.com/show/credit-village-radio

e circostanze eccezionali nelle quali ci troviamo in questi giorni a causa dell’emergenza sanitaria possono influenzare in modo significativo le nostre scelte di risparmio e indurci a prendere decisioni avventate o a tenere comportamenti irrazionali e controproducenti.

ttps://www.spreaker.com/user/massimofamularo/podcast-speciale-come-investire-durante-

Con la risalita dei contagi la discussione pubblica si divide tra quelli che “un altro Lockdown non ce lo possiamo permettere” e quelli che “la salute viene prima di tutto” in una contrapposizione costruita sul presupposto errato che si debba scegliere necessariamente tra mettere a repentaglio la salute dei cittadini e uccidere definitivamente il tessuto del paese che si presentava già fragile all’arrivo della Pandemia.

https://www.spreaker.com/user/massimofamularo/costo-contagi-con-intro

Lo Special Report dell’Economist di questa settimana si occupa di come la crisi economica legata alla pandemia in corso abbia colpito in modo asimmetrico le diverse economie e di come questo divario possa essere destinato a crescere.

La Finanza in Soldoni su Spotify

In un intervista rilasciata al quotidiano tedesco Handelsblatt, Andrea Enria, presidente del consiglio di sorveglianza della BCE ha dichiarato che, a fronte di una ipotetica nuova ondata di contagio, con conseguenti misure di contenimento, i crediti in sofferenza potrebbero arrivare a 1300 miliardi, un livello superiore a quanto registrato durante l’ultima crisi finanziaria.

https://www.spreaker.com/user/massimofamularo/03-cvupdate-16-ottorbe-2020

Una delle criticità più rilevanti, che rischia di minare il percorso di ripresa dell’economia europea nella delicata fase successiva alle misure di Lockdown, riguarda l’elevato numero di possibili fallimenti e inadempienze su crediti attesi per i prossimi mesi.

La Finanza in Soldoni su Spotify

Ogni anno il comitato Edufin* promuove in ottobre il mese dell’educazione finanziaria.

Quest’anno tra le numerose e meritorie iniziative c’è stata una tavola rotonda alla quale ho partecipato come relatore. Il titolo era 

EDUCAZIONE FINANZIARIA, LA REALTA’ ITALIANA E LE PROSPETTIVE

E l’organizzazione a cura di Ascofind all’interno del 10° Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria

https://www.spreaker.com/user/massimofamularo/tavola-rotonda-breve-con-intro

Il consiglio dei ministri ha approvato la  Nota di aggiornamento al Def (Nadef), il documento che contiene il nuovo quadro macroeconomico che farà da cornice alla prossima manovra finanziaria.

Due constatazioni preliminari prima di un commento più dettagliato: 

  1. Si prevede un ritorno  del PIL ai livelli pre-crisi nel 2022 e un superamento di questo livello nel 2023
  2. Nel 2019, a 11 anni dalla crisi del 2008, il nostro paese non aveva ancora recuperato un crollo del 7%, mentre quest’anno le stime sono intorno a – 10%
La Finanza in Soldoni su Spotify

DBRS Morningstar ha pubblicato un aggiornamento sulle previsioni di crescita dei paesi dell’area euro evidenziando come la risalita dei contagi possa rischiare di compromettere la fragile ripresa dell’economia europea.

In sintesi:

  1. Dopo il crollo nella produzione registrato nei primi 2 trimestri a causa delle misure di lockdown si stima rimbalzo nel terzo trimestre
  2. La  ripresa delle attività e della circolazione ha portato una nuova accelerazione nella diffusione dei contagi
  3. Le nuove misure attese per contrastare la pandemia rendono incerta e discontinua la ripresa 
La Finanza in Soldoni su Spotify

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Se vi piacciono questi contenuti potete  offrirmi un caffè cliccando sulla tazzina con il cuore in basso

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

oppure abbonarvi al  mio Account Patreon (da 2€ al mese).

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

Potete seguirmi via

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato

Come (NON) investire durante la Pandemia?

Le circostanze eccezionali nelle quali ci troviamo in questi giorni a causa dell’emergenza sanitaria possono influenzare in modo significativo le nostre scelte di risparmio e indurci a prendere decisioni avventate o a tenere comportamenti irrazionali e controproducenti.

In particolare, osservando l’andamento dei mercati finanziari nel corso di quest’anno, con il calo profondo e repentino che si è verificato nei giorni in cui la pandemia si è diffusa maggiormente in Europa e negli Stati Uniti e il recupero successivo in molti potrebbero essere tentati dalla prospettiva di stare alla larga da investimenti azionari in attesa di una prossima possibile correzione dei mercati oppure in generale di accumulare liquidità sui conti correnti per far fronte alle incertezze di questo periodo.

https://www.spreaker.com/user/massimofamularo/podcast-speciale-come-investire-durante-

Si tratta di un atteggiamento ragionevole, non privo di buon senso, ma che non deve perdere di vista i principi di fondo per una gestione oculata della finanza personale:

  1. Avere coscienza delle specifiche necessità e preferenze individuali (“conosci te stesso”)
  2. Articolare la propria strategia in modo equilibrato, bilanciando in modo opportuno il livello di rischio su un orizzonte di medio e lungo termine (“capisci la finanza”)

Con riferimento al punto 1, detenere una quantità maggiore di liquidità in condizioni di incertezza è logico e plausibile per i lavoratori indipendenti, che nei prossimi mesi potrebbero osservare una variabilità maggiore nelle proprie entrate e per quei lavoratori dipendenti che potrebbero dover affrontare misure di flessibilità come la cassa integrazione.

Diverso è il discorso dei dipendenti pubblici, pensionati o di tutti gli altri individui che si risultano in qualche modo protetti o che addirittura favoriti dalle conseguenze della pandemia (società tecnologiche, commercio on line, logistica): in quel caso la scelta di accumulare liquidità potrebbe essere ingiustamente penalizzante rispetto a possibili opportunità di investimento e compromettere obiettivi di medio termine fissati prima dell’emergenza sanitaria.

Con riferimento all’approccio opportunistico, quanto conviene aspettare per vedere una correzione dei mercati finanziari che costituisca una valida opportunità di ingresso?

La domanda rinvia alle differenze di approccio tra gestione attiva e passiva e alla usuale raccomandazione per la quale battere il mercato è molto difficile anche per gli investitori più esperti e i risparmiatori privati prima di provarci dovrebbero considerare che la probabilità di registrare delle perdite è molto elevata

La correzione dei mercati finanziari è avvenuta in un momento in cui le prospettive per l’economia mondiale erano molto negative ed è stata in larga misura riassorbita senza particolari cambiamenti nel contesto internazionale. Oggi, a fronte di una risalita dei contagi negli Stati Uniti e in Europa è del tutto plausibile che ci possa essere un nuovo calo, ma è praticamente impossibile prevedere con esattezza quando avverrà e in quale misura.

Dunque attendere l’opportunità per investire è un esercizio che ha scarse probabilità di produrre benefici: la scelta migliore per i piccoli risparmiatori è quella di investire gradualmente e di scegliere la quota del proprio patrimonio che si può destinare a investimenti che possono essere soggetti variabilità di breve termine in base ad una attenta valutazione della propria situazione personale profilo che in questo periodo dovrebbe tenere conto anche delle esigenze straordinarie legate all’emergenza sanitaria.

Per riepilogare, l’unico elemento da tenere presente nella pianificazione della propria finanza personale riguarda le possibili necessità straordinarie di liquidità legate all’impatto che la crisi potrebbe avere sulla propria posizione lavorativa e reddituale. Per il resto valgono le regole usuali in merito alla selezione di una allocazione bilanciata del proprio portafoglio che, se eseguita correttamente, dovrebbe rimanere valida anche in momenti particolari come quello che stiamo affrontando.

Trovate ulteriori spunti, idee e suggerimenti nella playlist La Finanza In Soldoni – Pillole Video del mio canale Youtube.

NOTA LEGALE

I contenuti forniti in questo post hanno finalità puramente divulgativa ed educativa e non costituiscono un’offerta di vendita o una sollecitazione di un’offerta di acquisto di Strumenti Finanziari. Il contenuto di questo post non è sufficiente, né è inteso per essere utilizzato in relazione a qualsiasi decisione relativa all’acquisto o alla vendita di qualsiasi strumento finanziario esistente o futuro. L’autore del post non intende fornire consulenza finanziaria, di investimento, fiscale, legale o contabile.

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Se vi piacciono questi contenuti potete  offrirmi un caffè cliccando sulla tazzina con il cuore in basso

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

oppure abbonarvi al  mio Account Patreon (da 2€ al mese).

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

Potete seguirmi via

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato

2020-10-16 Italian Banks and NPL Market – English Update

Fintech Voice, the focus on fintech updates of Credit Village magazine will discuss the symbiotic relation between Fintech and Traditional banks: while in most traditional sectors, such as entertainment or retail, the advent of digital innovation has decreed the extinction of “dinosaurs” and the emergence of completely innovative new operators,, the financial services industry seems to be an exception to this paradigm.

Fire Group, approved the consolidated half-yearly financial report at 30 June 2020. Compared to first half of 2091 Ebitda is up by 16%, Asset Under Management up 15%
Operating costs down by 11%. The main objectives for the year in terms of cost consist of an increase in margins and the finalization of the investments foreseen in the industrial plan, equal to 17 million euro.

Workinvoice, the Italian fintech that created the first marketplace for the exchange of trade receivables and YouDOX, the DocuMI electronic invoicing and storage platform chosen by over 275,000 economic operators in Italy, have jointly presented AnticipaMI an integrated solution for electronic invoicing, credit management and advance payment.

Users of the platform will be able to take advantage of an extremely streamlined and simple process of assigning trade receivables: once the invoice to be assigned has been selected, and the debtors and receivables have been analyzed to define the collectability and certainty of the receivable, it will be assigned to institutional investors and the company will obtain 90% of the nominal value of the receivable in 48 hours (the balance upon payment of the invoice by the client). In addition, the analysis of debtors and the predictive risk assessment developed by Workinvoice will allow companies to have more useful information to select the clients to work with.

Zenith Service S.p.A. will play the role of Master Servicer in the first securitization in Italy carried out under the “Decreto Milleproroghe“. This is the structure that will allow the disposal of the impaired receivables of Banca Monte dei Paschi di Siena in favour of Amco Asset Management Company S.p.A. (“AMCO”) as part of the “Hydra Project”. (read more article)

The securitization operation consists of the granting by the special purpose vehicle company set up pursuant to Law 130/99 “HydraM SPV” of a loan with limited recourse in favour of AMCO and guaranteed by a portfolio of non-performing loans and probable defaults (the “Portfolio”) originating from Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.. The Portfolio will be transferred to AMCO as a result of a partial corporate demerger.

Enel X Financial Services, an Enel Group company active in the design and promotion of innovative financial services, has signed a strategic partnership with SIA, a European hi-tech company leader in payment services and infrastructures controlled by CDP Equity, for the design and implementation of new mobile banking solutions.

Enel X Financial Services, is an electronic money institution (IMEL) authorized by the Bank of Italy in December 2018 that provides payment solutions to private and corporate customers, in full compliance with data protection and privacy regulations. It is also a regulated entity registered in the central register of the European Banking Authority (EBA) which contains information on payment and electronic money institutions

https://www.spreaker.com/user/massimofamularo/03-cvupdate-16-ottorbe-2020

Prelios and General Finance have signed an agreement to support companies in temporary liquidity crisis classified as UTP. In particular, General Finance will be responsible for providing liquidity through the management and demobilization of working capital, helping to provide new financial resources to companies in difficulty, a fundamental element in their recovery process.

The commercial agreement is part of Prelios Group’s growth path in the UTP credit servicing market – a segment in which it is one of the first mover in Italy – aimed at maximizing the return to bonis of creditor companies and businesses. The ecosystem that will be created with the signing of the agreement between General Finance and the Prelios Group aims to support businesses and, more generally, the country’s economy to cope with the current particularly difficult macroeconomic scenario, helping to ensure liquidity for the production chains.

The merger between Sia and Nexi has been finally approved. The first is the company that builds and manages infrastructure and technological services for payment systems controlled by Cdp through Cdp Equity; the second is in fact the former CartaSì listed in the top 40 of Piazza Affari and is controlled by the Bain, Avent and Hourglass funds.

At the end of a negotiation that lasted about a year and a half, the shareholders of the two companies signed a memorandum of understanding that identifies the path that will lead to the merger. The new group resulting from the merger will have a capitalization of more than 15 billion, will manage about 120 million cards with 2 million merchants and over 21 billion payments processed.

The European Banking Authority (EBA) has published its quarterly dashboard covering data for the second quarter of 2020 and summarizing the main risks and vulnerabilities of the EU banking sector. While capital ratios have held up well, there are indications that the crisis has begun to impact asset quality. As the cost of risk increased, profitability continued its downward trend.

The fully loaded CET1 ratio increased by 30bps to 14.7% and recovered about half of the decline in the first quarter. The increase in capital ratios was supported by a contraction in risk-weighted assets (RWA) due, among other things, to regulatory measures such as changes in the support factor for SMEs.

Duff & Phelps Real Estate Advisory Group (REAG) has published the latest edition of the Italian Real Estate Market Junction, which illustrates the trends of the main indicators of the corporate sectors, such as Tertiary, Industrial-logistics, Retail, Hospitality and healthcare, Residential.

In Italy, the volume of corporate investments in the first half of 2020 is around 3.5 billion euros with a variation of just under 35% compared to the first half of last year.This performance reflects the uncertain performance of the markets caused by the emergency health care due to the COVID-19 pandemic still in progress.

According to the European Payment Report prepared by Intrum the Italian Public Administration is paying its suppliers more regularly while in Europe the Payment Gap is growing,

The payment gap is the time that passes between the agreed payment time and the actual transaction. The longer this period lengthens, the more companies suffer: 61% of Italian companies accept unfavorable payment terms in order not to lose customers against a European average of 69% and 43%, voluntarily, extend payment terms against a European average of 41%.

Last Week Update

If you like my updates you can

Are you interested in Italian banks and NPL/UTP market? Ask for a briefing  (in person or via conference call) by sending me a private message. I am also available for consulting projects on Distressed Assets pricing and Portfolio Management.

Link to my updated business profile

You can also support my blogging activity with a small donation

Follow me on:

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

2020-10-16 Credit Village News Update

In un intervista rilasciata al quotidiano tedesco Handelsblatt, Andrea Enria, presidente del consiglio di sorveglianza della BCE ha dichiarato che, a fronte di una ipotetica nuova ondata di contagio, con conseguenti misure di contenimento, i crediti in sofferenza potrebbero arrivare a 1300 miliardi, un livello superiore a quanto registrato durante l’ultima crisi finanziaria.

A partire dal mese di luglio, la banca centrale ha esortato le banche ad analizzare più in dettaglio gli effetti che la straordinaria recessione scatenata dalla pandemia sta avendo sui loro valori patrimoniali. In particolare è stato richiesto di esaminare a fondo i portafogli di prestiti e capire quali clienti hanno concrete probabilità di sopravvivere alla crisi. Effettuando questa analisi per tempo è possibile prevenire la crescita delle sofferenze per evitare che l’onda in arrivo diventi troppo grande. Leggi l’articolo

Gli azionisti di Unicredit potrebbero ottenere un beneficio di 3 miliardi di euro dallo spin-off delle attività estere, in larga parte concentrate in Germania.

Secondo un’indiscrezione diffusa da Reuters il progetto sarebbe in fase avanzata di realizzazione e, nel caso di ulteriori operazioni societarie quali fusione del ramo tedesco con Commerzbank o più ampia operazione di fusione con BNP Paribas il beneficio potrebbe essere anche maggiore. Leggi L’articolo

L’Autorità Bancaria Europea (EBA) ha pubblicato il suo dashboard trimestrale che copre i dati del secondo trimestre 2020 e che riassume i principali rischi e vulnerabilità del settore bancario dell’UE.

Mentre i coefficienti patrimoniali hanno tenuto bene, vi sono indicazioni che la crisi abbia iniziato ad avere un impatto sulla qualità degli attivi. Con l’aumento del costo del rischio, la redditività ha continuato la sua tendenza al ribasso. Leggi l’articolo

AnticipaMI ed è il servizio nato dall’integrazione tra YouDOX, la piattaforma di fatturazione elettronica e conservazione a norma di DocuMI scelta da oltre 275.000 operatori economici in Italia, e Workinvoice, la fintech italiana che ha realizzato il primo marketplace per lo scambio di crediti commerciali.

Il servizio rappresenta una novità rispetto alle soluzioni attuali digitali di invoice trading, rispetto all’anticipo fatture bancario e anche al factoring tradizionale, in quanto metterà a disposizione delle imprese in un’unica dashboard una soluzione integrata di fatturazione elettronica, gestione e anticipo del credito. Leggi l’articolo

Ant Group, nata come Alipay, servizio di pagamento captive del colosso e-commerce cinese Alibaba, è diventata a sua volta un gigante, che lo scorso anno ha intermediato pagamenti per un controvalore 25 volte superiore a Paypal, la principale piattaforma di pagamento digitale al di fuori della Cina.

Nelle prossime settimane lancerà una Initial Public Offering (IPO) che si stima potrebbe raccogliere oltre 30 miliardi di dollari superando il record ad oggi detenuto da Saudi ARAMCO. Leggi l’articolo

https://www.spreaker.com/episode/41495666

Zenith Service S.p.A. svolgerà il ruolo di Master Servicer nella prima cartolarizzazione in Italia realizzata ai sensi del “Decreto Milleproroghe”.Si tratta della struttura che consentirà la dismissione dei crediti deteriorati di Banca Monte dei Paschi di Siena in favore di Amco Asset Management Company S.p.A. (“AMCO”) nell’ambito del “Progetto Hydra” Leggi l’articolo

Il Consiglio di Amministrazione di Fire Group, ha approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2020. Gli obiettivi princiapli per l’anno in costo consistono in una crescita dei margini e nella  finalizzazione degli investimenti previsti dal piano industriale, pari a 17 milioni di euro. Leggi l’articolo

Duff & Phelps Real Estate Advisory Group (REAG) ha pubblicato l’ultima edizione della Congiuntura del Mercato Immobiliare Italiano, che illustra i trend dei principali indicatori dei settori corporate, come Terziario, Industriale-logistico, Retail, Hospitality e healthcare, Residenziale.

In Italia il volume degli investimenti corporate del primo semestre 2020 si attesta nell’intorno dei 3,5 miliardi di euro con una variazione di poco inferiore al 35% rispetto al primo semestre dello scorso anno.Leggi l’articolo

Anticipazione dalla rubrica Fintech Voice – Articolo completo sul numero in distribuzone di credit village

Nella maggior parte dei settori tradizionali, come l’intrattenimento o la vendita al dettaglio, l’avvento della innovazione digitale ha decretato l’estinzione dei “dinosauri” e l’affermazione di nuovi operatori completamente innovativi. 

Come evidenziato in un recente editoriale pubblicato su The Economist l’industria dei servizi finanziari sembra fare eccezione a questo paradigma e, il rapporto per molti versi simbiotico tra società Fintech e incumbent tradizionali sembra destinato proseguire ancora a lungo senza che nessuna delle due parti in gioco venga eliminata definitivamente. 

Alla base di questo fenomeno ci sono le caratteristiche peculiari dell’intermediazione finanziaria, soggetta a normative e regolamenti molto stringenti e ad una stretta attività di vigilanza esercitata da banche centrali e governi in nome dell’interesse pubblico dei risparmiatori

Se vi piacciono questi contenuti potete  offrirmi un caffè cliccando sulla tazzina con il cuore in basso

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

oppure abbonarvi al  mio Account Patreon (da 2€ al mese).

I fondi saranno utilizzati per coprire una parte dei costi legati all’attività di divulgazione e di promozione dell’Educazione Finanziaria

La Finanza in Soldoni è un progetto multicanale volto alla promozione di una corretta informazione e adeguata comprensione dei fenomeni economici.

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi, lasciare un like ai video o condividerli sui suoi account social

Potete seguirmi via

Collaboro attivamente con il canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Per consulenze e progetti di ricerca inerenti analisi, valutazione e gestione di crediti deteriorati (NPL,UTP,PD) o i processi bancari di recupero ed erogazione dei cediti potete inviarmi un messaggio email.

Link al mio profilo professionale dettagliato